BABY MINNY
BENVENUTI NEL MIO PICCOLO MONDO DELLA FANTASIA

Fede e Nika

Amore

Amore

Grazie Marzia

Grazie Marzia
sei grande!!!

Chi non ama non ha conosciuto Dio, perché Dio è amore

lunedì 8 febbraio 2010

Giù la Maschera













Dinanzi a Dio non possiamo indossare maschere, perché Egli conosce, più di noi stessi, il nostro vero volto. Siamo costretti a presentarci al naturale, senza trucchi né pose, senza costumi né ruoli acquisiti. Non siamo un ruolo, una carica, ma siamo semplicemente noi stessi, col nostro nome e cognome. Non siamo un “personaggio”, ma una persona, che ha un volto ben preciso e non può nasconderlo.

Ciò è quanto accade nel rapporto che abbiamo con le nostre mamme. Esse non vedono in noi il personaggio, l’incarico prestigioso, la funzione sociale rilevante, ma semplicemente il proprio figlio, che, ai loro occhi, conserva sempre un che di infantile, al punto da essere trattato quasi sempre come un bambino... Le nostre mamme probabilmente non si rendono conto del fatto che siamo cresciuti o che “siamo diventati importanti”. Non si lasciano ingannare nemmeno dalle nostre menzogne, dalle “pose” che assumiamo, dalle “commedie” che imbastiamo per mascherare determinate magagne...E’ difficile ingannare il cuore di una mamma. Credo che non sia possibile farlo nemmeno per via telefonica, perché la mamma conserva sempre uno specialissimo intuito che non le lascia sfuggire la nostra sofferenza o la nostra pietosa bugia.

Con Dio è anche ... “peggio”! Non si riesce proprio ad ingannarlo. Non si può nemmeno fare la prova a sfuggire al suo sguardo attentissimo, quello sguardo che fa dire al salmista: «Signore, tu mi scruti e mi conosci, tu sai quando seggo e quando mi alzo. Penetri da lontano i miei pensieri, mi scruti quando cammino e quando riposo....Dove andare lontano dal tuo spirito, dove fuggire dalla tua presenza?...Sei tu che hai creato le mie viscere e mi hai tessuto nel seno di mia madre. Non ti erano nascoste le mie ossa, quando venivo formato nel segreto» (Sal 139,1-2.7.13.15). Se le cose stanno così, allora è veramente ridicolo pretendere di indossare le maschere perfino con Dio. Non possiamo essere così sciocchi da pensare di poter ingannare anche il Signore. Egli vede se il nostro cuore è puro, se la nostra preghiera è autentica, se la nostra vita è trasparente. Egli conosce anche il nostro peccato e desidera ardentemente perdonarlo: perché dunque negarglielo? Perché indossare anche dinanzi a Lui la maschera del “santo non sono, ma quasi”? Perché continuare a mascherarsi nell’anonimato massificante del “siamo tutti peccatori”, quando sarebbe più fruttuoso e più vero ammettere che “io sono un peccatore”?

Abbiamo dunque il coraggio di buttare giù la maschera, confidando nel fatto che ci penserà il Signore a restituirci una bella faccia: tutta “acqua e sapone”, senza trucchi né cosmetici di “restauro”....



don Mario Cascone

4 commenti:

  1. ciao nika ,lo swap in corso significa lo swap che stiamo facendo in questo periodo!!!Un modo per scambiarci le nostre creazioni,e coindividere le nostre passioni...un blog è anche questo no?

    RispondiElimina
  2. Ciao Nika mi fa piacere conoscere una nuova amica di blogger, grazie per il tuo bel commento.
    A presto!!!

    RispondiElimina
  3. ciao, grazie dei tuoi passaggi !
    bello il tuo blog, mi piace quello che pensi e scrivi!!!
    Franca

    RispondiElimina
  4. Lo dico sempre : a Dio non si può mentire.
    Grazie di questo post Nika.

    RispondiElimina

Ogni tuo commento x me è crescita!!!!!
Grazie Grazie